Logo JEMIB

5 CONSIGLI PER UN ARTICOLO EFFICACE SECONDO GOOGLE

Quando ci si imbatte davanti a un foglio bianco, che sia su carta o su pc, il panico da scrittore è sempre dietro l’angolo e avere le idee chiare su come affrontarlo può essere una salvezza. Quando si scrive un articolo, infatti, qualunque sia il formato di destinazione, è bene sempre organizzare i contenuti e seguire uno schema logico preciso.

SCRIVERE PER IL WEB

In particolare, scrivere per il web significa dover definire i propri obiettivi, conoscere il proprio target e gli algoritmi dei motori di ricerca. Conoscere il proprio target vuol dire sapere chi leggerà l’articolo e ciò risulta assolutamente necessario se si vogliono raggiungere gli obiettivi previsti.

Definendo il lettore-tipo con dei semplici identikit, si delineano differenti tipologie, forme, lessico e contenuti adatti per ognuno di essi. Se il target di riferimento sarà raggiunto l’articolo sarà apprezzato dal suo pubblico e questo si tradurrà in maggiore traffico e condivisione dell’articolo stesso.

Oltre ad attrarre il proprio pubblico, il più grande destinatario che bisogna considerare quando si scrive per il web è Google. Tutt’oggi risulta di fondamentale importanza catturare la sua attenzione per ottenere un buon posizionamento su questo motore di ricerca e quindi maggiore visibilità del proprio blog o sito web.

COME SCRIVERE UN ARTICOLO EFFICACE

Ecco quindi 5 consigli pratici pensati secondo le logiche di SEO per Google che aiuteranno il tuo articolo a essere sempre visibile sui motori di ricerca.

  1. ORGANIZZA IL TESTO IN PARAGRAFI. Secondo Google la qualità è giudicata come quantità, ma per aiutare il lettore a orientarsi all’interno del testo e per non rendere la lettura difficoltosa è bene dividere il testo in paragrafi, ognuno con un breve titolo esplicativo. In questo modo si tenta di ridurre lo scroll verso il basso del lettore che tende a non porre molta attenzione a muri di testi e la sua facile distrazione durante la navigazione online. Preferire forme attive e frasi corte che non appesantiscano Google.
  2. PAROLE CHIAVE. Definire le parole chiave e farne un uso frequente: nel titolo, meglio ancora come prima parola; nel permalink, che permette un rapido sguardo al contenuto dell’articolo; nel testo, evidenziandole in grassetto; nelle call to action dirette al lettore e nei tag delle immagini.
  3. UTILIZZA I LINK. Crea dei collegamenti, daranno valore al tuo contenuto. Utilizza link interni che si colleghino ad altri articoli e link esterni che si colleghino ad altri contenuti o fonti. Amplia le tue relazioni con l’obiettivo di avere link in ingresso da altri siti web, in questo modo si genererà maggiore traffico.
  4. IMMAGINI e INFOGRAFICHE. Intervalla il tuo testo con immagini opportune e infografiche che riassumano i concetti. Usa immagini che non pesino troppo oppure riduci il loro peso con Photoshop, così da non rallentare il tuo blog o la navigazione. Quando carichi un’immagine, sfrutta il testo alternativo all’interno del caricamento dei media di WordPress con parole chiave e tag che descrivono l’immagine.  Questo attributo verrà utilizzato anche dai motori di ricerca per indicizzare le immagini quindi meglio ridurre il nome del file dell’immagine con parole chiave.
  5. FONT LEGGIBILE. Rendi facile la lettura a Google e al tuo pubblico. Usa un font leggibile, evitando quelli con le grazie, usa frequentemente il grassetto e evita il testo sottolineato, nella scrittura online questo rimanda al concetto di link.

Infine, per comunicare bene, oltre a seguire questi semplici step che permettono una buona visibilità e leggibilità del proprio articolo all’interno dei motori di ricerca, è bene che alla base della tua comunicazione ci sia una buona Content Strategy per la scelta dei tuoi contenuti.

Tutto chiaro? Che aspetti? Ora tocca a te scrivere il tuo articolo!

#JEMIBreview

Beatrice Goldin

Facebook
Twitter
LinkedIn